Un nuovo spazio sul blog.

Un nuovo spazio sul mio blog: “Le parole dell’Altro. Spazio per scritti di altri autori”, lo trovate nella barra laterale destra. Dei contenuti e della loro presentazione sono responsabili gli autori. Inviatemi, se volete, un testo, o un link, e un’immagine: l’indirizzo mail è in alto a destra. Nella scelta dell’immagine, dalla quale si linka allo scritto, mi permetto di chiedervi l'accortezza di considerare che il blog è uno spazio pubblico. Come amministratore mi riservo di pubblicare solo ciò che ritengo idoneo agli ambiti e alle caratteristiche del blog.

Cristina Polli

19 luglio 2017

Nella barra laterale destra, link a siti di fotografia.

26 luglio 2017


giovedì 28 dicembre 2017

La pioggia a fine dicembre



Borda l’attesa
la pioggia a fine dicembre:
un lavoro d’aghi
ad appuntare
perle sui tralicci
e rivestire di trine
e vetri e ali e rami,
a velare il silenzio 
d'armonie improvvisate 
mosse dal respiro del vento.

Arvo Pärt - Silentium 




 

sabato 23 dicembre 2017

Per farti spazio



Giorni diversi e nuovi
In cui mi scavo dentro
E incontro Il vento
che mi ha fatto foglia.
E così
senza peso
ho dirottato il silenzio
occhio del vortice
roteare di verbi e sensi
                         turbine acre
nelle mie nervature
:silenzio linfa:
per farti spazio. 


 Paul Klee, Fish magic, 1925



martedì 19 dicembre 2017

Al guardiano di barche - nuova versione



La luna stanca
guardava nel canale.
Onde piccole:
solo un richiamo
dell’orizzonte perso.
Nell’acqua calma
versi sguardo e mente.
Dietro un guizzo di coda
i tuoi muti pensieri.




 Kawase Hasui - Winter moon over Toyama plain







domenica 17 dicembre 2017

Al guardiano di barche




        La luna stanca
                 Brillava nel canale
       Onde piccole
                  Solo un richiamo
                Dell’orizzonte perso
                  Nell’acqua calma
             Stanno sguardo e mente.




Kawase Hasui, Winter moon over Toyama plain


               


lunedì 11 dicembre 2017

"Tutto e ogni singola cosa". Una lettura di Alba Gnazi.


Riporto con gratitudine la lettura della mia raccolta poetica che Alba Gnazi, esattamente un mese fa, ha pubblicato  sul sito che conduce insieme a Patrizia Sardisco: Un posto di vacanza, di cui vi invito a leggere la presentazione qui
A una scelta di poesie, segue un post-it al poeta dove ho sentito con gioia la piena accoglienza del mio lavoro, del mio fare poesia.

Le parole di Alba Gnazi:

Un canto, sì, la tua Poesia: affiora, buca nebbie, si posa col garbo resistente e pieno della consapevolezza, lascia che l’abbandono venga da sé, quasi come una confessione sussurrata voce al vento petto al mare. Ho letto in un unico fiato – come sempre, sai: l’immersione necessaria, corporea, nel respiro che muove la mano, il farmi uno nel, col basso continuo che lega quella mano coi testi: captarne l’odore, fiutarne il movimento, tracciarne andate tornandovi dentro -; ho sottolineato sparpagliando qui e là, come di solito faccio...

Per continuare a leggere: Cristina Polli, Tutto e ogni singola cosa, Edilet 2017




John William Waterhouse - Gather ye rosebuds , 1909