venerdì 23 settembre 2016

Alle tre del pomeriggio



Ringrazio la solitudine delle tre del pomeriggio
Il caffè e le ali d’ombra
Tra le nuvole e la mia finestra
I rumori lontani e la bambina dei vicini
Che non piange
È richiesto uno sforzo di oggettivazione
Una domanda sul senso dell’ agire
Ma siedo inerme, solcata di passaggi
E urla e risa e occhi.
Invasa.


 Paul Klee - Dopo l'alluvione




domenica 18 settembre 2016

Distrazioni



La luna stasera mi presenta il conto
Mi chiede ragione delle mie distrazioni
Vaga apparentemente compiaciuta
Tra sfilacci di nubi
Giocando coi suoi raggi
E il vento che le spinge
Le nubi si allontanano
La luna si allontana
E lontani appaiono i giorni
Un ieri diverso irraggiungibile e perso
Quello non vissuto
Guardo il luogo in cui sorge
Anche oggi ho mancato l’ora
Che traccia la linea della periferia
Niente di speciale 
Solo una lacerazione.


 Paul Klee - Strade principali e strade secondarie




sabato 3 settembre 2016

Atto di fede




Come atto di fede
Affido al verso
La verità che vedo
-Ché quella che non vedo
Appare chiara:
È la parola che nasconde
Veste e vela,
La parola appresa,
La regola del gioco,
È Adamo che nomina
Il potere sulle cose.
E Gea la Terra
Conobbe il Cielo Urano
: D’azzurro e bianca pietra
Le cose sono.



 Paul Klee - Dopo l'alluvione
 

lunedì 29 agosto 2016

Poche stelle




Qui vedo poche stelle
Compaiono tra la notte
E un accennarsi di quiete
Geometrie di sguardi
In cui placare gli affanni
Schermo di una catarsi
La volta infinita del cielo
Chiede il perdono
E perenne un inizio
La luce dell’alba 


Paul Klee - Contemplazione